Cosa c’è nel mio PowerPC

La domanda che mi viene posta quando dico di usare un PowerMac con processore PowerPC è : “Ma cosa lo usi a fare e che programmi ci puoi “mettere” su quel  computer?”

La risposta è molto semplice, al momento sul mio G5 ci sono installati i seguenti programmi:

  • Adobe Master Collection (CS4)
  • Microsoft Office 2008
  • Toast Titanium
  • iWork 09
  • iLife 09
  • VLC
  • 1 Password
  • Call of Duty 2
  • Max Payne
  • 4×4 Evo
  • Forklift
  • Acquisition
  • Civilization III

Uso principalmente il computer per creare grafica vettoriale con la CS4 e Illustrator, volantini loghi e illustrazioni, , che poi esporto in PDF per la compatibilità con chi usa i programmi più recenti, stesso discorso su Word, scrivo i miei documenti e esporto nuovamente in PDF per essere sicuro che il ricevente veda le stesse cose.

Toast è molto utile per i dischi immagine che si usavano all’ epoca e per masterizzare i vari documenti (si poteva fare anche da desktop già allora, ma Toast è Toast).

iWork e iLife sono un must, un po di video editing (1080 sia chiaro) lo si può fare con iMovie, e le tracce audio con Garageband le potete comodamente registrare senza intoppi, erano SW ben fatti e molto ottimizzati, mica la robaccia che c’è in giro oggi!!

Vlc ci viene incontro per leggere vari formati vidoe, dimenticatevi i 4K, ma per il resto fa bene il suo dovere.

Civilization III è un capolavoro dei giochi dell’ epoca, insieme a Max Payne non può mancare nel vostro Mac, ricordo ancora le serate a giocare online a 4×4 Evo, che all’ epoca era compatibile con le versioni Console e PC e Call Of Duty 2, che non ha bisogno di presentazioni, insomma pochi giochi ma buoni!

1Password è un must anche sui computer odierni, non dovrete mai più ricordare una password, ci penserà lui, Acquisition lo usavamo per i torrent, e ancora oggi funziona e Forklift lo utilizzo per l’ accesso FTP.

Di solito la mia risposta include una domanda : “cosa puoi fare con i computer di oggi che non posso fare con il G5?”

Generalmente non c’è una risposta esaustiva, ci si limita a dire che si possono fare le cose più velocemente (vorrei proprio vederlo!!) e che ci sono alcune funzioni in più, ma è poi da vedere se quelle funzioni vengono realmente utilizzate.

Usare un PowerPC nel 2017 si può, e anche bene, niente male per un “nonnetto” di 12 anni (fra qualche anno saràa considerato Dinosauro altro che nonnetto…)

 

Please follow and like us:

Mac OS X 10.5 Leopard

L’ ultimo sistema operativo di Apple compatibile con i nostri amati PowerPC è Mac OS X 10.5 meglio noto come Leopard.

Rilasciato nell’ Ottobre (26) 2007 Leopard è la sesta versione di OS X e prende il posto di OS X 10.4 Tiger, disponibile per le macchine dotate di processori PowerPC G4 e G5 ad almeno 867 MHz (i vecchi processori G3 non sono supportati) e per le nuove macchine dotate di processori Intel. Il sistema deve avere almeno 512 MB di RAM e 9 GB di spazio su disco nell’installazione standard.

Mac OS X Leopard è il primo Mac OS installabile anche sulle macchine dotate di processore Intel x86, questo ha portato, in maniera non ufficiale, ad una diffusione di tale sistema operativo sulle macchine non Apple.

Nonostante ciò, Apple dichiara illegale la procedura d’installazione su di un comune PC di un sistema operativo Mac, anche se regolarmente acquistato, in quanto la licenza EULA ne vieta esplicitamente l’installazione sui hardware non Apple. Per questo sono state rivolte delle accuse da parte dell’azienda di Cupertino nei confronti del sito OSX86, che fornisce assistenza a coloro che sono dotati di un PC con Mac.

Nonostante l’accusa verso OSX86, secondo la legge DMCA, il sito non contiene materiale a scopo di pirateria, bensì informativo e didattico. Dal 3 novembre 2007 Apple ha dichiarato legale la virtualizzazione del suo sistema operativo, ma solo su hardware Apple e a condizione di essere in possesso di un adeguato numero di licenze.

Tra le novità di rilievo su Leopard troviamo:

Versione definitiva del programma Assistente Boot Camp

– Nuovo Dock tridimensionale
– Coverflow per la vista delle cartelle
– Quicklook per vedere i documenti dal Finder senza aprirli
– Supporto nativo per le applicazioni a 64 bit
– Time Machine il sistema di backup
– Spaces per la creazione di scrivanie virtuali

(Articolo tratto da Wikipedia)

Please follow and like us: