Non solo Mac (less is more!)

Il mio percorso tecnologico, in controtendenza rispetto al mondo che mi circonda, continua in retromarcia, e coinvolge non solo il computer,  da ieri ho detto basta anche allo smartphone.

Sono tornato a un Nokia semplicissimo il 105 (Feature phone li chiamano), e la decisione non poteva essere più azzeccata, perché ormai siamo troppo  schiavi di questa tecnologia.

Sono tornato al G4 – G5 perché questa corsa alla velocità e “efficienza”  in realtà ci ha portati a correre sempre di più e ottimizzare sempre di meno, nel cellulare ad esempio, passiamo ore e ore a guardare lo  smartphone, per poi in realtà usarlo poco.

Mi spiego, la mia giornata tipo prevedeva il controllo compulsivo dello smartphone ogni volta che squillava una notifica, e spesso, ricevevo Whatsapp di immagini o barzellette…. utile vero?

Stessa cosa per le mail, al primo rumore o vibrazione tac, il cellulare fuori dalla tasca per poi scoprire che era arrivato un utilissimo spam, negli ultimi giorni poi erano più le cose inutili di quelle utili, risultato?  BASTA!

Non ho più Whatsapp, internet o Facebook sul cellulare, se vi servo mi chiamate, altrimenti un sms, se non rispondo…..lo farò più tardi, vuol dire che sto facendo qualcosa di più importante.

Non potevo tenere lo smartphone e semplicemente usarlo meno? No perchè se hai le funzioni poi ti senti “obbligato” ad usarle, arriva un Whatsapp? non puoi non rispondere, d’ altra parte chi ha mandato il messaggio vede la spunta e mi sentirei maleducato a non rispondere, stesso dicasi per facebook, se non posti è come se non esistessi…. beh a questo punto meglio non esistere che dover postare ad ogni costo (sto stirando, guarda che piatto…. e via dicendo,per non dimenticare le foto dei gattini!!!! )

Guardatevi intorno, a cena con gli amici, a spasso con il cane o anche a casa sul divano, tutti con gli occhi sul telefono, guarda questa foto, guarda questo video, non crederai mai cosa mi hanno mandato, devi scaricare questa app.. e via dicendo,  le conversazioni sono sempre più incentrate sul contenuto del nostro smarphone e sempre meno su noi stessi.

Dareste la foto dei vostri figli al primo che incontrate per strada? Parlereste dei vostri affari con il tizio che prende l’ autobus con voi?  Dareste un filmato delle vostre vacanze al proprietario dell’ edicola sotto casa? Probabilmente no, ma è quello che facciamo tutti i giorni con Facebook, e neanche ce ne rendiamo conto!

Less is more, ovvero meno è di più, continuo con la mia filosofia del tornare indietro, a quegli anni d’oro dove la tecnologia era a servizio dell’ uomo e dove l’ uomo non era un prodotto a servizio della tecnologia.

Aggiornamenti PowerMac G5

Con le vacanze di Natale ho provveduto ad aggiornare e ripulire il G5 che utilizzo come macchina principale, ho montato un SSD della OWC e aggiornato la scheda video con una Quadro FX (gran bella bestia).

Questi aggiornamenti possono dare una boccata di ossigeno al vostro “Vintage” Mac  e accelerare la macchina per affrontare il 2018.

La Quadro che ho acquistato su Ebay era una versione PC (attenzione solo alcune possono essere flashate) e modificata tramite flash del Firmware per Mac è costata solo 8 euro, quindi potete aggiornare i vostri computer per veramente un inezia.

Cosa c’è nel mio PowerPC

La domanda che mi viene posta quando dico di usare un PowerMac con processore PowerPC è : “Ma cosa lo usi a fare e che programmi ci puoi “mettere” su quel  computer?”

La risposta è molto semplice, al momento sul mio G5 ci sono installati i seguenti programmi:

  • Adobe Master Collection (CS4)
  • Microsoft Office 2008
  • Toast Titanium
  • iWork 09
  • iLife 09
  • VLC
  • 1 Password
  • Call of Duty 2
  • Max Payne
  • 4×4 Evo
  • Forklift
  • Acquisition
  • Civilization III

Uso principalmente il computer per creare grafica vettoriale con la CS4 e Illustrator, volantini loghi e illustrazioni, , che poi esporto in PDF per la compatibilità con chi usa i programmi più recenti, stesso discorso su Word, scrivo i miei documenti e esporto nuovamente in PDF per essere sicuro che il ricevente veda le stesse cose.

Toast è molto utile per i dischi immagine che si usavano all’ epoca e per masterizzare i vari documenti (si poteva fare anche da desktop già allora, ma Toast è Toast).

iWork e iLife sono un must, un po di video editing (1080 sia chiaro) lo si può fare con iMovie, e le tracce audio con Garageband le potete comodamente registrare senza intoppi, erano SW ben fatti e molto ottimizzati, mica la robaccia che c’è in giro oggi!!

Vlc ci viene incontro per leggere vari formati vidoe, dimenticatevi i 4K, ma per il resto fa bene il suo dovere.

Civilization III è un capolavoro dei giochi dell’ epoca, insieme a Max Payne non può mancare nel vostro Mac, ricordo ancora le serate a giocare online a 4×4 Evo, che all’ epoca era compatibile con le versioni Console e PC e Call Of Duty 2, che non ha bisogno di presentazioni, insomma pochi giochi ma buoni!

1Password è un must anche sui computer odierni, non dovrete mai più ricordare una password, ci penserà lui, Acquisition lo usavamo per i torrent, e ancora oggi funziona e Forklift lo utilizzo per l’ accesso FTP.

Di solito la mia risposta include una domanda : “cosa puoi fare con i computer di oggi che non posso fare con il G5?”

Generalmente non c’è una risposta esaustiva, ci si limita a dire che si possono fare le cose più velocemente (vorrei proprio vederlo!!) e che ci sono alcune funzioni in più, ma è poi da vedere se quelle funzioni vengono realmente utilizzate.

Usare un PowerPC nel 2017 si può, e anche bene, niente male per un “nonnetto” di 12 anni (fra qualche anno saràa considerato Dinosauro altro che nonnetto…)

 

Requisiti dei sistemi operativi OS X (PPC)

Ecco i requisiti di sistema delle varie versioni di OS X per i nostri PPC.

10.0 Cheetah : 

Computer supportati:

Power Macintosh G3 Beige
Power Mac G3 B&W
Power Mac G4
Power Mac G4 Cube
iMac G3
PowerBook G3
PowerBook G4
iBook
RAM: 128 MB (non ufficialmente 64 MB minimi)
Spazio su HD : 1.5 (800 MB per l’ installazione minima)

10.1 Puma :

Computer supportati:

Power Mac G3
Power Mac G4
Power Mac G4 Cube
iMac G3
iMac DV
eMac
PowerBook
iBook
RAM: 128 MB (non ufficialmente 64 MB minimi)
Spazio su HD : 1.5 GB

10.2 Jaguar :

Processori:

PowerPC G3
PowerPC G4
PowerPC G5 (richiede una build speciale)
RAM​: 128 MB
Almeno  1.5 GB di spazio su HD

 10.3 Panther :

PowerPC G3, G4, o G5 (almeno 233 MHz)
Built-in USB
Almeno 128 MB di RAM (256 MB consigliati,non ufficialmente 96 MB minimi)
Almeno  1.5 GB di spazio su HD

10.4 Tiger :

PowerPC G3, G4, o G5 a 300 MHz o più veloce
Porta Firewire FireWire
Almeno 256 megabytes (MB) di RAM (512MB consigliati,non ufficialmente 128 MB minimi)
Almeno 3 GB di spazio su HD  4 GB se si installano i developer tools e 2 gb per l’ installazione minima

10.5 Leopard :

PowerPC G3, G4, o G5 a 867MHz o superiore
Porta Firewire FireWire
Almeno 512 megabytes (MB) di RAM
Almeno 9 GB di spazio su HD

La modalità Classic per utilizzare OS 9 all’ interno di OS X è disponibile solo fino a 10.4 Tiger, e non è supportata su 10.5 Leopard.

10.5 Leopard è la prima versione di OS X a funzionare anche sui processori Intel e l’ ultima ad essere supportata sui nostri amati PowerPC.

Potete trovare i vecchi Mac OS X a questo indirizzo.

Dove trovare il software per i Mac on processore PowerPC?

Apple ormai ha dismesso i Mac con processore PowerPC ormai da più di dieci anni (era il “lontano 2005”), e il problema per molti utenti che ancora utilizzano questi computer, o come nel mio caso che reiniziano ad utilizzarli, è dove trovare i vecchi softwares.

Esistono alcuni siti, che mantengono un archivio di questi programmi (sia per OS 9 che per OS X), e cercheremo di aggiungerli a questa lista per facilitarvi nella vostra ricerca.

Ricordiamo che mentre alcuni software ricadono nella categoria Abbandonware e quindi sono “legalmente” utilizzabili, altri sono ancora sotto licenza, è opportuno quindi utilizzare solo i programmi dei quali si posseggono le licenze, ma per qualche motivo abbiamo perso il CD / DVD di installazione.

La famiglia PowerMac G5

  • PowerMac G5

1.6/1.8/1.8Dual/2.0Dual GHz
Presentato : Giugno, 2003
Dismesso: Giugno, 2004

  • PowerMac G5

1.8Dual/2.0Dual/2.5Dual GHz
Presentato : Giugno, 2004
Dismesso: Ottobre, 2004

  • PowerMac G5

1.8 GHz
Presentato : Ottobre, 2004
Dismesso: Aprile, 2005

  • PowerMac G5

2.0Dual / 2.3Dual / 2.7Dual GHz
Presentato : Aprile, 2005
Dismesso: Ottobre, 2005

  • PowerMac G5

2.0 Dual / 2.3Dual / 2×2.5Dual GHz (Dual Core)
Presentato : Ottobre, 2005
Dismesso: Agosto, 2006

Velocizzare Leopard su G4

Avete installato Leopard sul vostro G4 ma arranca? Eccovi alcuni suggerimenti per velocizzarlo, aprite il Terminale (dentro la cartella Applicazioni > Utility ) e incollate i seguenti comandi:

  • Disabilitare Spotlight

Questo passaggio non è consigliabile se utilizzate un backup Time Machine! (copiate ogni riga singolarmente)
sudo launchctl unload -w
/System/Library/LaunchDaemons/com.apple.metadata.mds.plist
sudo launchctl unload -w /System/Library/LaunchAgents/com.apple.Spotlight.plist

Per riabilitare Spotlight digitate invece:

(copiate ogni riga singolarmente)
sudo launchctl load -w /System/Library/LaunchDaemons/com.apple.metadata.mds.plist
sudo launchctl load -w /System/Library/LaunchAgents/com.apple.Spotlight.plist

  • Disabilitare Dashboard

defaults write com.apple.dashboard mcx-disabled -boolean YES; killall Dock

Se invece volete riabilitare Dashboard incollalte il seguente comando

defaults write com.apple.dashboard mcx-disabled -boolean NO; killall Dock

Mentre per Spotlight dovete riavviare il Mac per vederne i cambiamenti, per quanto riguarda la Dashboard, vi basterà usare i comandi, che automaticamente chiuderanno il programma e riavvieranno il Dock.

  • Rendere “2D” il Dock

defaults write com.apple.dock no-glass -boolean YES; killall Dock

Per ripristinare

defaults write com.apple.dock no-glass -boolean NO; killall Dock

  • Disabilitare le trasparenze del menù (una riga unica)

sudo defaults write /System/Library/LaunchDaemons/com.apple.WindowServer
‘EnvironmentVariables’ -dict ‘CI_NO_BACKGROUND_IMAGE’ 1

Mentre per Spotlight e per disabilitare le trasparenze del menù  dovete riavviare il Mac per vederne i cambiamenti, per quanto riguarda la Dashboard e rendere 2D il Dock, vi basterà usare i comandi, che automaticamente chiuderanno il programma e riavvieranno il Dock.

Image2icon

Image2icon è un software che permette di creare delle icone da semplici foto, un modo semplice per personalizzare la scrivania del nostro “vecchio” nuovo Mac.

Il programma negli anni si è evoluto parecchio, le versioni per Tiger e Leopard sono molto più semplici, ma permettono comunque la creazione di icone fantastiche,  se volete condividere le vostre creazioni, mandateci le vostre icone a redazione@macabc.it!

Il programma è completamente gratuito e disponibile sia per Tiger (scarica per 10.4) che per Leopard (scarica per 10.5) ed è possibile scaricarlo semplicemente cliccando sul nome del sistema operativo sul quale volete usarlo.

La famiglia PowerMac G4

    • PowerMac G4 Sawtooth

 

  • PowerMac G4 AGP Graphic

Presentato : Settembre, 1999
Dismesso: Luglio, 2000

  • PowerMac G4 Gigabit Ethernet

Presentato : Agosto, 2000
Dismesso: Gennaio, 2001

  • PowerMac G4 PCI Graphic

Presentato : Settembre, 1999
Dismesso: Dicembre, 1999

  • Cube

Presentato : Agosto, 2000
Dismesso: Agosto, 2001

 

  • QuickSilver

Presentato : Agosto, 2001
Dismesso: Gennaio, 2002

  • QuickSilver 2002

Presentato : Gennaio, 2002
Dismesso: Luglio, 2002

 

  • MDD

Presentato : Agosto, 2002
Dismesso: Gennaio, 2003